Giuseppe Spota

Giuseppe Spota

Bio.

Nato a Bari il 09-07-1983, inizia i suoi studi presso la scuola della sua città per poi completare la sua formazione professionale presso la Scuola del Balletto di Toscana diretta da Cristina Bozzolini.

Dal 2002 inizia il suo percorso professionale ed entra a far parte dell’organico del Balletto di Roma sotto la direzione artistica di Franca Bartolomei, Walter Zappolini e la stessa Cristina Bozzolini, esibendosi nel ‘Giulietta e Romeo’ di Fabrizio Monteverde.

Successivamente lavora per il Gruppo Nuova Danza Treviso, Notre Dame de Paris (Coreografie Martino Müller) e dall’Agosto 2004 entra a far parte della Compagnia Aterballetto sotto la direzione artistica di Mauro Bigonzetti.

Durante i successivi 4 anni con la Compagnia Aterballetto, Giuseppe ha la possibilità di esibirsi con coreografie di Jirí Kylián, Ohad Naharin, William Forsythe, lo stesso Mauro Bigonzetti e di partecipare ad innumerevoli Festival Nazionali ed Internazionali. Queste esperienze lo hanno arricchito enormemente sviluppando una crescita professionale e artistica.

Bio

Works.

Unna

18 Luglio 2018
Theaterhause Stuttgart

Blank

06 Novembre 2016
Theater Regensburg
Works

News.

Four Seasons

Debutto: 11 gennaio 2019

Non ci accorgiamo di quanto impatto stiamo avendo sul nostro pianeta, quello che chiamiamo “casa”.

Hero is tired

Debutto: 15 aprile 2019

Siamo così impegnati a raggiungere la gloria momentanea che dimentichiamo di trovare la nostra vera identità.

Press conference.

Tanznetz

Giuseppe Spota ha contribuito con una premiere molto originale alla nuova serata.L’italiano è uno dei talenti d ́eccezione che può unire una carriera impeccabile come danzatore ed una altrettanto promettente[...]

David
Mead

Il miglior pezzo è stato UNNA, un magnifico duetto di Giuseppe Spota. I due danzatori erano in contatto fisico quasi costante. Splendide spirali, forme intense e i fluidi lift emergevano[...]

Rhein
Neckar
Zeitung

L’italiano danzatore e coreografo Giuseppe Spota è una doppia eccezione. Nello stesso tempo lui ha toccato l’apice con il lato coreografico con un risultato sensazionale. "Visionario"

Regensburger
Nachrichten

Un coreografo eccitante.

Samt&Selters

Blank offre un sacco di spazio per interpretazioni e libere associazioni. I movimenti sono organici; un tessuto di corpi che si fondono nella massa astratta, da cui vengono poi espulsi gli[...]

Giuseppe
Distefano

26 March 2015

Promettente talento. Spota innesta la sua poetica sui corpi dei danzatori con un lessico ricchissimo – fatto di guizzi ondivaghi di braccia, mani, teste e di pugni come mattoni uno[...]

Leggi articolo

Gabriella Gori

30 March 2015

Di questo giovane autore colpiscono la capacità di alternare quadri corali a duetti e l’estro con cui al grande lirismo dei passaggi di ensemble risponde la delicata poesia dei passi[...]

Leggi articolo

Domenico G.
Muscianisi

13 June 2017

Narciso è sdoppiato in una parte maschile e una femminile, Eco è secondaria, ma importante nella diegesi coreografica dei passi a due molto fisici e ‘respinti’.La musica è molto narrativa[...]

Leggi articolo